itenfrdees

Facebook L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

Twitter L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

Google+ L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

YouTube L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

 

 

 

 

Topic-icon Pernot Un Emile

Di più
2 Mesi 2 Settimane fa #458 da Andrea Sandoval
Ieri sera, dopo anni senza notizie certe, ho potuto degustare un Un Emile!
Era di un paio di anni fa, ed era la versione Blanche.
In tutta sincerità devo dire che era distillato bene e del tutto bevibile.
Come sempre il louche è stato scarso, ma c'è stato.
Buono il profumo. Al palato decisamente sotto tono l'anice. L'artemisia presente ma sottile (che non mi è sembrata di Pontarlier onestamente). Leggermente piccante forse per una punta di coriandolo unita all'anice.
Devo dire che rispetto alla distillazione di sei anni fa mi è sembrato un pochino più sottile come assenzio (meno maschio), ma non mi sento di dire che fosse fallato o non fosse buono.
Alla luce di questa mia esperienza forse varrebbe la pena di ridare un po di fiducia alla Pernot, perchè ribadisco la qualità era decisamente ok.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
2 Mesi 1 Settimana fa - 2 Mesi 1 Settimana fa #463 da Sine Lux
Io mi sono azzardato a ordinare un Authentique. La bottiglia è ancora sigillata, ma probabilmente a breve - un paio di settimane o poco più - la aprirò e vi farò sapere cosa ne penso.
Premetto fin da subito che non ho mai assaggiato l'Authentique, quindi non potrò fare paragoni con le batch passate, ma vi darò notizie sulla qualità attuale.
Ultima modifica: 2 Mesi 1 Settimana fa da Sine Lux.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
2 Mesi 1 Settimana fa #466 da Andrea Sandoval
Ah, fantastico! Quando lo bevi fammi sapere che sono curioso.
Onestamente non mi ha mai entusiasmato molto l'Authentique, l'ho sempre trovata la classica ricetta un po anonima Pernot, con la menta un po troppo in evidenza per i miei gusti.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
1 Mese 3 Settimane fa #481 da mOzO

Andrea Sandoval ha scritto: Ah, fantastico! Quando lo bevi fammi sapere che sono curioso.
Onestamente non mi ha mai entusiasmato molto l'Authentique, l'ho sempre trovata la classica ricetta un po anonima Pernot, con la menta un po troppo in evidenza per i miei gusti.


Quoto, acquistai il primo lotto anni fa, un buon assenzio da tutti i giorni ma niente di entusiasmante, forse è stata l'ultima produzione decente di Pernot..

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
1 Mese 1 Settimana fa #504 da Sine Lux
Ok, Authentique aperto e... è buono.
Cioè, concordo abbastanza con le vostre critiche: è un po' anonimo, forse un po' sovrapprezzato e la menta - pur non invadente e non proprio in prima linea - stona un pochettino. E aggiungo che ho trovato l'alcol troppo in evidenza. non trovo aggiunga poi molto all'Un Emile, che è sicuramente più semplice ma anche più diretto: meno fronzoli non sempre necessari, insomma.
D'altra parte, rimane comunque un buon assenzio, che si beve volentieri e che non ha quel senso di "qualcosa non va" che ho invece provato con il Roquette un annetto fa (pur non avendo mai provato la versione precedente al calo qualitativo e non potendo quindi fare un paragone vero e proprio, a meno di non considerare il prototipo del 2006). Direi che, tutto considerato, lo si può ritenere un buon segno.
Aggiungo un dettaglio molto positivo e molto inaspettato: il louche. Di solito, con la Pernot il louche è sempre quel che è, mentre quello dell'Authentique mi è parso davvero ma davvero buno. Piacevole sorpresa.

Rimanendo in tema Pernot, ho inoltre provato La Maison Fontaine Blanche, e devo dire mi è piaciuto un sacco. Sono più un tipo da verdi, ma questo è il bianco che fa per me: tutto costruito intorno all'artemisia, viene bene anche aggiungendo un poco di zucchero, rinfrescante e saporito. Rimane effettivamente molto sottile, ma di per sé il louche è buono e va già molto (anche troppo) facilmente, l'alcol non si sente affatto. Il sapore resta in bocca a lungo, ed è ottimo. Sicuramente preferisco questo all'Authentique.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
1 Mese 4 Giorni fa #505 da Andrea Sandoval
Ciao Sine,
bene per la qualità dei prodotti, che non sono fallati.
In realtà parlando un po con amici esperti, mi han detto che il calo qualitativo della Pernot sembra un po rientrato. Diciamo che gli è rimasta attaccata addosso questa etichetta ma la qualità di fatto è tornata buona.
Authentique in linea con quel che mi ricordavo. :)

La Maison Fontaine Blanche è proprio un grande assenzio! E' secondo e uno degli assenzi più sottovalutati presenti in circolazione! A mio giudizio è un grande bianco! Che, un po per il prezzo non proprio basso, un po per scarsa conoscenza, viene sempre snobbato dai più, ma invero è un grande assenzio. Io lo avevo trovato parecchio delicato. Sicuramente più riuscito di suo fratello il verte che mi aveva convinto meno!
Di certo uno dei bianchi più delicati che ho provato.

Sempre per restare in tema Pernot, ho comprato un La Paille.
Decisamente strano.
Non è fallato e il louche è debolino, ma la qualità è alta.
E' l'assenzio più "assenzioso" che ho mai assaggiato anche se abbastanza delicato al palato.
Balsamico quanto basta. Un pochino di menta che non è nemmeno troppo invadente.
Completamente sbilanciato sulle due artemisie.
Se ti piacciono i bianchi molto assenziosi, questo potrebbe fare al caso tuo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.422 secondi
JSN Dome template designed by JoomlaShine.com