itenfrdees

Facebook L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

Twitter L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

Google+ L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

YouTube L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

 

 

 

 

Di Matteo Gennari

Pernod Fils Tarragona (1930)ABSINTHE: Pernod Fils Tarragona (1930 circa)
TIPOLOGIA: Verte

COLORE 9/10
Pre diluizione: ambrato, affascinante. Nella foto purtroppo escono dominanti le tonalità di verde, ma nel video potrete apprezzarne il colore reale.

Post diluizione: diluito 1:1 il colore è un bianco panna molto corposo, aumentando la diluizione si palesano prima e consolidano poi tonalità gialle

 

Absinthe Oxygénée Cusenier 1910C’est ma santé!

La Distilleria Cusenier nasce a Ornans (vicino a Pontarlier) nel 1858 e si specializzò inizialmente nella produzione del kirsch e dell’assenzio. Nel 1871 aprirono una nuova fabbrica a Parigi e nel 1872 una terza a Charenton. In seguito vennero aperte altre distillerie a Marsiglia, Bruxelles, Muhouse, Cognac, Buenos Aires e Montevideo.

 

L’assenzio Cusenier era famoso per la sua qualità, ed era l’unico assenzio francese ad essere più caro del Pernod Fils (circa 2 franchi al litro). Tutti gli altri (grandi) marchi all’epoca costavano meno: Edouard Pernod, Berger, Premier Fils, Junod, Terminus (circa 1.6 franchi), Parrot, Bazinet, Vichet (1.30 franchi) – senza andare a scomodare gli absinthe ordinari prodotti con oli essenziali, alcool di terza scelta e coloranti (meno di 60centesimi al litro).

A partire dal 1898 il termine “Oxygénée” comparve per la prima volta sull’etichettà del Cusenier per indicare il leggendario (e brevettato) processo produttivo in cui l’ossigeno veniva soffiato sotto pressione attraverso particolari pompe direttamente nell’assenzio appena distillato: si credeva infatti che questo procedimento migliorasse il sapore, rivitalizzasse l’assenzio e avesse anche dei benefici per la salute.

Oggi un approccio (posso chiamarlo anche di marketing?) del genere potrebbe suscitare un pò di stupore, specie in Italia, dove la cultura (anche e soprattutto dei venditori) è quella di associare l’assenzio allo sballo, alle allucinazioni e a un contesto bohemien-decadente.

 

Absinthe Pernod Fils (1910-14) e Accademia dell'AssenzioABSINTHE: Pernod Fils (circa 1910-14)
DISTILLERIA: Pernod Fils, Pontarlier, Francia.
GRADAZIONE ALCOLICA: 68% vol.
TIPOLOGIA: Vintage pre-bando di qualità superiore.
GIUDIZIO: * * * * *

 

 

 

 

 

 

DISTILLERIA: Edouard Pernod, Couvet, Svizzera.

GRADAZIONE ALCOLICA: 65% vol.

TIPOLOGIA: Vintage pre bando di qualità superiore.

GIUDIZIO: * * * * *

Absinthe Des Alpes (Pre-Bando),

Distilleria C. Comoz,

anno: 1910 circa

ABSINTHE: Absenta Terravill (1920-1940ca.)

COLORE:

Si tratta di un marroncino piuttosto chiaro – per essere un vintage – presumo che anche all’epoca non fosse un verde-Duplais e mi piace immaginarlo come la versione attuale dell’Un Emile. (8)

Recensisci un Assenzio
con la nostra

Scheda di valutazione

Scheda di valutazione di un Assenzio

DIVENTA SOCIO

Richiedi la tessera de L'Académie d'Absomphe

tessera socio accademia assenzio

CLICCANDO QUI

JSN Dome template designed by JoomlaShine.com