itenfrdees

Facebook L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

Twitter L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

Google+ L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

YouTube L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio

 

 

 

 

Topic-icon Pernot La Paille

Di più
5 Mesi 4 Settimane fa #506 da Andrea Sandoval
Ho avuto modo di assaggiare questo assenzio poco conosciuto, e prodotto in quantità limitate dalla ditta Pernot, per celebrare la festa del fieno.
E' un bianco.
La qualità è alta.
E' sicuramente uno degli assenzi più "assenziosi" che ho mai assaggiato.
Il gusto è molto sbilanciato sull'artemisia absinthium (quasi certamente di Pontarlier), e sul'artemisia pontica, le quali si sentono bene entrambe.
Decisamente sotto tono il finocchio e l'anice che risultano amalgamati nelle retrovie.
Abbastanza delicato al palato è mediamente balsamico, con un punta di menta che non stona nel complesso.
Louche un po scarso come da tradizione Pernot, ma non imbarazzante.
Con un quarto di zolletta si ingentilisce parecchio, diventando un po più cremoso.
nel complesso mi è piaciuto.
Non lo consiglio ne ai neofiti, ne come prima degustazione in una serata.
Lo consiglio a chi ama il sapore molto marcato dell'artemisia absinthium e a chi non sopporta l'anice.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
5 Mesi 3 Settimane fa #507 da Sine Lux
L'ho provato alle Absinthiades 2014. All'epoca non l'avevo mai nemmeno sentito nominare. Molta artemisia, vero. Ricordo di averlo trovato un po' amaro e di averlo preferito di gran lunga con un po' di zucchero (cosa piuttosto anomala per un bianco). All'olfatto, forse per la paglia, mi ricordava abbastanza un la bleue, ma al palato aveva invece una struttura diversa.
Mi era piaciuto, ma non mi è rimasto impresso. Sarà anche che si trattava davvero di un assaggino, niente di più, e non mi dispiacerebbe davvero riprovarlo oggi, se dovesse capitare l'occasione.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
5 Mesi 3 Settimane fa #508 da Andrea Sandoval
Appena sarò più libero, se hai voglia, posso inviarti un sample molto volentieri! Oppure se ci sarà occasione te lo posso fare assaggiare direttamente di persona. Io sono di Bergamo.
A me è piaciuto.
Recentemente a Bergamo ho tenuto una serata di degustazione assenzio in un locale, e ho fatto assaggiare sia quello che il Blanchette, aspettandomi ovviamente una preferenza verso quest'ultimo, e invece a sorpresa, la maggior parte delle persone che li ha assaggiati entrambi, ha preferito il La Paille :/
Non me lo sarei mai aspettato. A maggior ragione che erano dei neofiti, ai quali di solito il sapore dell'artemisia è sgradevole.
Un amico esperto mi ha detto che è normale perchè meno aggressivo al palato, soprattutto come alcool e come finocchio. (confermo infatti che il finocchio è decisamente sotto tono, l'anice ancora si sente abbastanza bene, ma il finocchio proprio poco)
Non è certamente il mio bianco preferito, ma devo dire che è un prodotto interessante, e che nonostante l'artemisia così pronunciata, mi stanca meno di altri assenzi.
Di certo è più interessante lui che la metà degli altri assenzi prodotti dalla Pernot tutti un po uguali, tutti un po anonimi.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.274 secondi
JSN Dome template designed by JoomlaShine.com