Degustazione d’Assenzio - Pistoia, 10/03/2013

h.20 Degustazione assenzio a cura di Marco de l’Académie d’Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell’assenzio + djset a cura di Museo della Decadenza

Per partecipare alla degustazione è necessaria la prenotazione a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

h.22 Mangiacassette in concerto
Chi
Mangiacassette, al secolo Lorenzo Maffucci, 30 anni tra un po’, guru della scena musicale pistoiese, animatore culturale con nevrosi/Arca Puccini/rivista “Gli Asini”, bassista dei Baby Blue.

Dove
Pistoia, provincia, campagna, stanza di sgombero, cameretta, stanza appositamente attrezzata, sala prove, appunti, liceo, università, motorino rotto.

Come
Multitraccia a otto piste, due microfoni, strumentazione canonica con variazioni, fotografie.

Quando
Tra il lusco e il brusco, per diversi anni, più e meno sporadicamente, making things since 1998.

Perché
Disco inferno, interno, materno, paterno, fraterno, rovello, depistaggio.

http://www.mangiacassette.org/

http://www.trovarobato.com/mangiacassette.html

https://www.facebook.com/mangiacassette

Presso Caffetteria Il Moderno Agliana, Piazza Gramsci 4, Agliana, PT.

Lettera alla Edizioni del Baldo

“Qualche giorno fa, per puro caso, mi sono trovato a sfogliare questo libro, che faceva bella mostra di sé su uno scaffale di un supermercato:

La curiosità mi ha spinto immediatamente a cercare le pagine dedicate all’Artemisia Absinthium e… sorpresa? Mi sono trovato a leggere che l’Artemisia era alla base di una bevanda “maledetta” prodotta in Francia nell’800 e messa fuori legge nel 1915 a causa del veleno contenuto al suo interno; il mirabile pezzo continua dicendo che ad oggi è possibile trovare una bevanda simile a quella appena citata epurata dal nominato veleno ma che ciò nonostante provoca gravi danni alla muscolatura, al cervello ed al fegato, questo a causa dell’alcool etilico utilizzato nella produzione.

Assenzio flambé: facciamo chiarezza su questo abominio

Di Eros Garelli e Stefano Rossoni

Contrariamente a tutte le assurdità (spesso in malafede) che ancora oggi continu(iam)o a leggere sul web, il metodo flambé (o Bohemien o Bohemian o Bohemienne e chi più ne ha più ne metta), che consiste nel bruciare l'assenzio o dare fuoco alla zolletta di zucchero, è un falso storico che nasce (nel 1994 e non nell'800) nel borgo barocco di Jindrichuv Hradec, 150km a sud di Praga (ergo non a Parigi), dall'ignoranza e dal marketing del suo inventore e distributore (rispettivamente Randomil Hill e Green Bohemia) ed è semplicemente un abominio est-etico: rovina il gusto (quando c’è ancora qualcosa da rovinare nei prodotti di scuola ispanico-praghese solitamente utilizzati per quel tipo di preparazione), i cucchiai, i bicchieri e può anche essere nocivo per la salute.

Assenzio Quiz

Appassionato della domenica o conoscitore? Scopri a quale categoria appartieni!

Assenzio e alcolismo nell’Assommoir di Émile Zola

Per rimanere informato sul mondo dell'Assenzio segui i nostri canali


Émile ZolaIl Naturalismo dei “I Rougon-Macquart. Storia naturale e sociale di una famiglia sotto il Secondo Impero" (Les Rougon-Macquart. Histoire naturelle et sociale d'une famille sous le Second Empire).

Il titanico progetto dei Rougon-Macquart, ciclo di romanzi sul modello della Comédie humaine di Balzac, è concepito nel 1868-1869 come l'"Histoire naturelle et sociale d'une famille sous le Second Empire” (Storia naturale e sociale di una famiglia sotto il Secondo Impero) e giungerà alla conclusione solo nel 1893.

Attraverso (ben) cinque generazioni di protagonisti Émile Zola ci racconta "le ambizioni e gli appetiti di una famiglia" determinata dalle “fatalità della discendenza” e dalle “febbri dell’epoca”, “una strana epoca di follia e di vergogna”.

Nei primi romanzi del ciclo si assiste alla marcia della borghesia, malgrado le sue tare, o, forse, grazie ad esse: conquista di Plas-sans da parte di Pierre e Félicité Rougon (La fortune des Rougon); sbalorditive speculazioni di Saccard nella Parigi del barone Haussmann (La curée), e la conquista del potere (Son Eccellence Eugène Rougon).

Edmondo De Amicis e l’assenzio

Di Monica Ugoccioni

Edmondo De AmicisEdmondo De Amicis nacque a Oneglia (Imperia) nel 1846. Dopo aver frequentato scuole a Cuneo e liceo a Torino, si iscrisse all’Accademia militare di Modena, convinto che la carriera militare sarebbe stato il suo futuro, in questa Italia incompiuta. Combatté a Custoza nel 1866 col grado di luogotenente, ma la delusione degli eventi si disse fu anche alla base del suo successivo abbandono. Iniziò a scrivere una raccolta di bozzetti, dal titolo La vita militare (1868), il cui successo lo incoraggiò a proseguire sulla strada della scrittura letteraria e del giornalismo, come inviato de «La Nazione» di Firenze.