Il cameo di Franco Battiato che prepara l'absinthe nel videoclip L'Assenzio dei Bluvertigo

di Andrea Sica

Ad un anno dalla scomparsa di Franco Battiato noi dell'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio, vogliamo ricordarlo con il suo cameo nel videoclip de L'assenzio (The Power of Nothing), canzone dei Bluvertigo uscita nel 2001 e che venne presentata al Festival di Sanremo.

Franco Battiato - L'Assenzio (Bluvertigo)

Commenta (0 Commenti)

Il libro di Douglas Mortimer "I nobili piaceri del gentiluomo" con un paragrafo sull'assenzio

Douglas Mortimer è ormai diventato sinonimo di cultura dell’eleganza in Italia. Youtuber e scrittore, è un personaggio nato dall’esigenza di riscoprire piaceri, gesti e valori dimenticati. Un moderno Don Chisciotte, idealista e sognatore, che intende valorizzare e divulgare della cultura del gusto e del buon vivere.

Amico e socio dell'Académie d'Absomphe, Douglas Mortimer è anche un conoscitore di assenzio e molto spesso, nei suoi canali, è riuscito a fare divulgazione con i suoi video descrivendo in modo eccellente alcune curiosità di questo mondo, oltre che presentare e recensire alcuni assenzi importanti.

Di recente è uscito un suo nuovo libro, I nobili piaceri del gentiluomo dove, a suo modo, tratta di tutti i “vizi” e i “piaceri” che sono stati noti ai gentiluomini di ogni tempo e di quelli più recenti: dal piacere del tabacco a quello del buon bere, dal piacere della gastronomia d’élite a quello della cucina povera, dalla rasatura alla profumeria, dall’antiquariato al collezionismo, dal piacere della sfida a quello di condurre, fino ad arrivare al piacere più grande di tutti: quello di donare.

Douglas Mortimer prepara assenzio

Nel capitolo dedicato a il piacere del buon bere, nel quale viene esplorato il mondo del vino, della birra, dei liquori, degli amari, di famosi distillati e dei cocktail, non mancano alcune pagine dedicate all'Assenzio, argomento di cui Douglas Mortimer è un grande appassionato ed esperto oltre che un grandioso divulgatore. Tra queste pagine, ancora una volta, è riuscito a sintetizzare, anche in questa forma, concetti fondamentali sulla storia dell'assenzio e il piacere della degustrazione, accompagnate da immagini storiche inerenti. Vi è anche gradita menzione dell'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio.

Se apprezzate dunque l'eleganza e la raffinatezza dell'assenzio e vorrete custodirne un breve ripasso in formato cartaceo, oltre che, soprattutto, approfondire gli altri argomenti trattati, è un libro che non può mancare nel vostro scaffale.

Titolo: I nobili piaceri del gentiluomo
Editore: ‎ Burno (burno.it)
Data uscita: 24 marzo 2022
Lingua : ‎ Italiano
ISBN-13:‎ 979-1280772008
Formato: volume 21x21 cm, cartonato, colori
Pagine: 300

Acquistabile tramite il sito dell'editore Burno (burno.it) oppure su Amazon - Ibs.it - Feltrinelli e altri librerie fisiche e online.

I nobili piaceri del gentiluomo di Douglas Mortimer

I video di Douglas Mortimer dedicati all'assenzio: 


 Segui Doulgas Mortimer su: douglasmortimer.it - Facebook Instagram YouTube

Commenta (0 Commenti)

L'assenzio Jade Terminus Oxygénée e l'antico absinthe "ossigenato" a cui fedelmente si ispira

Articolo e recensione di Andrea Sica


Gli assenzi Jade

Come i più esperti sanno, gli assenzi della serie Jade sono considerati "la Cadillac" degli absinthes. Grazie alla passione e all'ingegno di Ted Breaux, chimico statunitense che, dopo anni di studi effettuati nel suo laboratorio con sofisticate apparecchiature, analizzando campioni tratti da antiche bottiglie di assenzio, anziché pubblicare i suoi studi in un libro, decise di prestarsi direttamente alla distillazione pratica, fondando la società Jade Liqueurs.

Commenta (0 Commenti)

Codice sconto del sito MaisonAbsinthe.fr per gli utenti di Assenzio Italia

Gli utenti che seguono L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio hanno diritto ad uno sconto del 10% su tutti gli accessori per assenzio in vendita sul sito www.MaisonAbsinthe.fr

Commenta (0 Commenti)

Il 5 marzo è l’Absinthe Day. Celebralo anche tu e vinci degustazioni di Assenzio

 
Quando il 5 marzo del 2007 l’assenzio tornò pienamente legale anche negli Stati Uniti d’America dopo quasi un secolo, si concluse il ciclo iniziato nel 1988 in Europa che, con due direttive del Consiglio europeo, restituirono, finalmente, la completa libertà alla fata verde, rinchiusa nell’oblio dell’illegalità per quasi un secolo con delle ingiuste leggi locali dell'inizio del '900 che ne bandirono la commercializzazione in quasi tutto il mondo.
 
Da allora, ogni anno, il 5 marzo, è celebrato in tutto il mondo l’Absinthe Day. Un’occasione perfetta per brindare e ripercorrere la storia della bevanda più misteriosa e travagliata del mondo.
Commenta (0 Commenti)

Gli assenzi premiati al Salone Internazionale dell'Agricoltura di Parigi del 2022

Dall'anno della sua istituzione, il 1964, il Salon International de l'Agriculture (Salone Internazionale dell'Agricoltura) a Parigi è diventato il più grande evento del settore agricolo francese. Si suddivide in 4 aree: l'allevamento e le sue filiere, con gli animali più belli delle 360 razze in mostra; prodotti gastronomici provenienti dalla Francia e dal mondo, con oltre 1000 espositori provenienti da circa 40 paesi, il salone è una vera e propria finestra sul mondo dell'agricoltura in tutta la sua diversità. Ogni anno, per nove giorni, ci sono circa 700.000 visitatori che percorrono i viali del Paris Expo Porte de Versailles, il parco delle esposizioni creato nel 1923 per ospitare la Fiera di Parigi.

 

Commenta (0 Commenti)

Norah was drunk, il nuovo cocktail bar di Milano per degustare assenzio e ostriche

In un luogo che trasuda un originale fascino neorealista da Vecchia Milano, con un tocco di impressionismo francese e di classicismo della New Orleans coloniale, i tre momenti di servizio - aperitivo, cena e dopocena - si susseguono senza soluzioni di continuità.

"Norah was drunk" è il nuovo locale che ha appena aperto nel quartiere Lambrate di Milano e si presta a diventare il nuovo epicentro per la degustazione di assenzio e non solo.

Commenta (0 Commenti)
Homer Simpson Strupo (Absinthe)

Homer Simpson bevitore di assenzio? Strupo, il liquore ai capperi che ci ricorda qualcosa

Anche i Simpsons hanno avuto la loro bevanda maledetta, chiamata Strupo... un liquore creato dalla fermentazione di capperi... dal colore verde, bevanda strana e maledetta bevuta dagli artisti, vi ricorda qualcosa?

Commenta (0 Commenti)

Comprare assenzio nel 2022, perché tante difficoltà e come risolverle

La storia dell'assenzio è sempre stata molto travagliata. Bandito per circa un secolo, tornato poi improvvisamente legale in Europa nel 1992 quando, a sapere come riprodurlo in quel momento, c'erano pochissime distillerie sopravvissute e che, mentre rispolveravano le ricette originali dei loro bisnonni e si prodigavano a (ri)creare un prodotto di qualità, hanno dovuto poi combattere con la cattiva informazione e con la macroscopica diffusione delle innumerevoli marche di assenzio surrogato che nel frattempo si erano esponenzialmente diffuse, quelle marche che oltre il nome (e a volte sbagliano pure quello) non avevano, e non hanno, nulla a che fare con l'assenzio di un tempo.

Commenta (0 Commenti)

Intervista a Marco Der Einzige Tonarelli. Le grafiche, la poesia, i boschi e l'assenzio

Intervista di Andrea Sica a Marco Der Einzige Tonarelli

Andrea: Ciao Marco, raccontaci qualcosa di te

Marco: Che dire, sono uno squattrinato che ha deciso di vivere assecondando le proprie passioni; “lavoro” il meno possibile perché “il lavoro debilita l’uomo (e la donna)” e per lavoro intendo quello salariato; Carlo Monni, un grande attore toscano, raccontava la storia del ciabattino anarchico di Campi Bisenzio che aveva calcolato il guadagno per assicurarsi un’esistenza dignitosa in 2 scarpe riparate al giorno, leggenda vuole che per tutta la vita non abbia mai superato quella soglia ed ecco, io tento di seguire le sue orme, sono anarchico certificato da varie questure del centro/nord e tento di lavorare a salario quel minimo che mi serve per vivere con dignità, il resto del tempo lo impiego in lavori non monetari in bosco (beh ogni tanto qualche moneta arriva...), scalando, esplorando, intagliando legno, dipingendo male e altrettanto male suonando il flauto traverso, scrivendo, divulgando il verbo assenziofilo. Mi diletto di grafica, le immagini dell’associazione sono farina del mio sacco. In generale mi definirei “dilettante professionista”.

Sono molto vanitoso ma non mi prendo troppo sul serio e chi ha a che fare con me dovrebbe fare altrettanto.

Sono verboso e grafomane, strenuo difensore del punto e virgola, esegeta dell’inutilità. Poi c’è tutto il resto che (non) mi definisce.

Basta come presentazione?

Commenta (0 Commenti)

Instagram Assenzio Italia Facebook L'Académie d'Absomphe - Associazione italiana per la tutela dell'Assenzio Gruppo Facebook Assenzio Italia Telegram Assenzio Italia Twitter @Assenzioinfo YouTube: AssenzioItaliait TikTok Assenzioitalia