La storia dell'assenzio L'Italienne di Stefano Rossoni

Riguardo l'Assenzio L'Italienne

Nell’ottobre del 2006 mi recai a Pontarlier per partecipare alle Absinthiades per la prima volta. Avevo 23 anni, in dirittura d’arrivo con la mia laurea universitaria e, nonostante avessi già una buona esperienza nella degustazione di assenzio, non sapevo nulla dell’arte della distillazione e non avevo la minima idea che l’assenzio sarebbe diventato un aspetto così importante nella mia vita.

Distilleria Guy di Pontarlier: la storica famiglia passa il testimone

La storica distilleria francese Guy, fondata nel 1890 e passata da una gestione di figlio in figlio per cinque generazioni: Armand, Georges, Pierre, François e Pierre Guy, nel corso di 130 anni, è dal 20 novembre 2020 nelle mani di Francois-Laurent Vitrac.

L’imprenditore 50enne, nato in Svizzera e cresciuto in California, ha lavorato per oltre vent'anni per il gruppo di lusso LVMH (multinazionale francese che gestisce oltre settanta marchi di settori disparati), ed ora ha appena abbandonato tutto per rilevare la distilleria e stabilirsi in Francia.

distillerie guy francois laurent vitra pierre guy

Passaggio di testimone tra François-Laurent Vitrac e Pierre Guy (foto di ER /Anthony RIVAT)

Absinthiades 2019: gli assenzi vincitori

Ecco gli assenzi vincitori delle Absinthiades 2019 tenutesi il 5 e 6 ottobre 2019 a Pontarlier. Il risultato è dato dai voti delle degustazioni della giuria.

 

Vincitore di tutte le categorie

  • Fée Verte 69° - Marguet-Champreux Absinthe (Francia) [Grande oro]

 

Categoria Blanche

  • La Saugette 53° - Bourgeois (Francia) [Medaglia oro]
  • Junod 65° - Pernot (Francia) [Medaglia argento]
  • La Loulette 55° - La Samilla (Francia) [Medaglia bronzo]

 

Categoria Verte colorati

  • La Verte 55° - Cherry Rochet (Francia) [Medaglia oro]
  • Opaline 68° - Logisticx (Germania) [Medaglia argento]
  • Green Skull 65°  - Belmont (Svizzera) [Medaglia bronzo]

Absinthiades 2019

Il programma delle Absinthiades 2019

 

Il 8 e 6 ottobre 2019 si è svolge a Pontarlier (Francia) la 19^ edizione delle Absinthiades. Animazioni, collezionismo, degustazioni, esposizioni, musei e tanto altro riguardo l'Assenzio.

Clicca qui per il programma completo. 

Ulteriori informazioni su: www.admdp.com

 

 

Absinthiades 2019

Absinthiades - Pontarlier, 6 e 7 ottobre 2018

Il 6 e 7 ottobre 2018 si è svolge a Pontarlier (Francia) la 18^ edizione delle Absinthiades. Esposizioni, conferenze, riunioni, incontri con scrittori, party, visite alle distillerie e degustazioni tutto sull'Assenzio

CLICCA QUI per il programma

Una bottiglia di assenzio di circa 200 anni fa esposta alla Maison de l'absinthe a Môtiers (Svizzera)

Al museo Maison de L'Absinthe (La Casa dell'Assenzio) che si trova a Môtiers in Svizzera, in occasione della settimana dell'Assenzio è stata presentato un nuovo oggetto che sarà lì esposto. Un'eccezionale antica bottiglia di Assenzio (quasi?) doppiamente centenaria, da un valore storico molto importante.

«È un oggetto importante perché è piuttosto raro. Questa bottiglia risale al periodo antecedente al divieto ed è ancora piena e sigillata», afferma Julie Matthey, responsabile della Maison de L'Absinthe. Ci sono state altre tre bottiglie antiche di absinthe che presentano queste stesse caratteristiche e che sono state esposte a Môtiers, ma la nuova arrivata le supera per anzianità.

 Extrait D'Absinthe Dubied (pre 1848)

«Fürstenthum Neuenbürg»

Sull'etichetta di questa bottiglia è possibile leggere «Extrait d’absinthe, Suisse, In Couvet, Fürstenthum Neuenbürg, inder Schweitz» ovvero: "Estratto di assenzio, Svizzera, in Couvet" (in francese) e poi in tedesco: "Principato di Neuchâtel, in Svizzera", la frase in tedesco ci fa capire che questa bottiglia era tra quelle destinate all'esportazione.

Appare anche un nome, quello della ditta Dubied Père et Fils, che tra gli esperti di assenzio è ben conosciuta in quanto è una delle prime, se non la prima, distilleria che passò dall'artigianato alla manifattura di bottiglie di Assenzio. Un'impresa familiare che iniziò producendo macchine da cucire prima di passare alla produzione del celebre distillato.

La ragione sociale di questa azienda è apparsa nel 1798, informa Julie Matthey. La menzione del Principato di Neuchâtel permette di datare la bottiglia prima della rivoluzione del 1848, limitando l'età di questa bottiglia ad un intervallo di 50 anni. Anche se potrebbe risalire anche precedentemente al 1815 in quanto, secondo gli storici, la menzione "Neuenbürg, inder Schweitz" veniva utilizzata già da prima. Solo il trasferimento dell'azienda Dubied Père et Fils a Pontarlier avvenuto nel 1843 a ridurre il tempo. Per ora non si riesce a datarla in modo più preciso, ma si stanno continuando le ricerche. Trovare altre bottiglie di questa serie potrebbe aiutare.

 

absinthe dubied pre 1848 2

Grazie a un donatore

Questa bottiglia è stata riscoperta all'estero e offerta alla Maison de l'Absinthe. «La portiamo grazie a un cliente che ce la mette a disposizione», spiega Julie Matthey. Sia l'identità di quest'ultimo che il prezzo della transazione rimangono segreti.

Questo arrivo evidenzia il lavoro del Museo, che, oltre a presentare oggetti al Museo Regionale di Val-de-Travers, crea anche una propria collezione.

absinthe dubied pere et fils pre 1848 3 

Fonte: arcinfo.ch - Foto di David Marchon


Contattaci